LETTERE A UNA DODICENNE SUL FASCISMO DI IERI E DI OGGI

LETTERE A UNA DODICENNE SUL FASCISMO DI IERI E DI OGGI

Venditore
EINAUDI
Prezzo di listino
€10,00
Prezzo scontato
€10,00
Prezzo di listino
Esaurito
Prezzo unitario
per 
Imposte incluse.

Un vecchio banco.
Una scritta incisa sopra: “DUX”

Il professor Aristarco, viene chiamato in una seconda media per parlare di Shakespeare, ma viene distratto da quella scritta e domanda: “Chi sa dirmi cosa significa Dux?”

Nessuno degli studenti ne conosceva il significato. Allora il professore prende il gesso e scrive la parola alla lavagna. “DUX”, era l’appellativo latino con cui veniva salutato il duce, Benito Mussolini, il dittatore fascista.

La parola “fascismo” gli studenti l’avevano sentita, anche perché sembra essere attuale, ma poi quando sta per iniziare il dibattito, squilla la campanella. Allora il professor Aristarco, di getto prende un foglio e inizia a scrivere, scrive a Giulia. La ragazzina assente che normalmente siede in quel banco, e pensate, scrive lettere, nessuno scrive più lettere.

Lettere per raccontarle e ripercorrere il ventennio fascista dalla nascita alla Seconda Guerra Mondiale e anche il suo minaccioso ritorno contemporaneo.

Con un modo semplice, scorrevole e a tratti ironico permette ai ragazzi di affacciarsi alla conoscenza di un pezzo tragico della nostra storia.